casa-stregata-int

  DONAZIONE PER GLI  

  AMICI ANIMALI!  

   OGNI CENTESIMO  

  VERRA' DONATO  

  AGLI ANIMALI DI UN ENTE  

  LINKATO QUI SOTTO  

  P.S.: Ogni versamento ricevuto e inviato  

  verrà documentato con un post speciale!  

Grazie per la tua donazione!

:
 EUR

 

 wwf rufa 5x1000 banner sito wwf 225x225 logo 1 300x257logo liebster3 

 

 

 

Lunedì, 26 Giugno 2017 08:54

WOOL - La Trilogia del Silo di Hugh Howey

Wool - la trilogia del silodi Hugh Howey552 pagineISBN: 978-8845198656€ 9-10

Libri

Stile: 75% - 1 votes
Contenuti: 59% - 1 votes
Aspettative: 70% - 1 votes

68 out of 100 based on 3 ratings. 3 user reviews.

Wool - la trilogia del silo
di Hugh Howey
552 pagine
ISBN: 978-8845198656
€ 9-10

Ciao Lunatici!
Oggi parliamo del primo libro di una trilogia diventata molto famosa e scritta da H. Howey durante le pause di lavoro, che ha poi deciso di pubblicare su Amazon ed in breve tempo ha fatto il giro del mondo.
Ma di cosa parliamo?
E' un distopico ambientato in un futuro dove vivere sulla terra è impossibile perché l'aria ti uccide. Le persone sono costrette a vivere dentro il silo che arriva fino a profondità impensabili e dove ci sono fattorie, coltivazioni idroponiche, uffici, appartamenti, negozi e ogni genere di necessità e svago... Ma non è così bello come sembra, le leggi all'interno del silo sono velenose quanto l'aria che c'è fuori...

wool1

Non ho voluto approfondire la trama perché molti già conosceranno questo libro. Era da un po' che ne sentivo parlare e alla fine mi sono decisa di prenderlo e immergermi nella lettura.
Premetto che amo i distopici, uno dei miei preferiti in assoluto è 1984, per poi passare a Cecità di Saramago...

Quando ho affrontato questa lettura mi aspettavo molta cattiveria, terrore e ansia. Del resto è proprio questo che fanno i distopici no? Ti aprono la testa, ti mescolano il cervello con un frustino elettrico, buttano un po' di sale e lamette e poi chiudono tutto e tu ne esci senza fiato, privo di energie e col cervello frullato.
Wool invece rispetto ai Grandi sopra citati mi è sembrato all'acqua di rose ma non per questo non mi è piaciuto eh... Anzi, tutt'altro.
Non vedevo l'ora di tornare a casa per leggerlo e se fossi stata in vacanza lo avrei finito in meno di due giorni. La scrittura è molto lineare ma allo stesso tempo scorrevole, a tratti scarna, fredda e priva di emozioni e ti sorprende un capitolo o due dopo, mostrandoti la debolezza e cosa c'è oltre la "crosta" dura che ricopre i personaggi.
Questo libro non è autoconclusivo, verranno lasciate molte cose in sospeso e da com'è finito di sicuro continuerò la lettura, sono curiosa di capire come andrà avanti, come si svilupperanno i personaggi e se effettivamente cambierà qualcosa.
L'ambientazione l'ho trovata geniale ed evocativa. C'erano momenti in cui mi sentivo male per loro all'idea che non avrei più potuto vedere la luce del sole, uscire a fare una passeggiata, andare al mare o prendere un aereo... Il silo è davvero soffocante, metallico e rumoroso. Mi sono spesso domandata cosa avrei fatto io al loro posto...
Se posso fare una critica: mi sarebbe piaciuto vedere più approfondito il tema della distopia, vedere la paura dei deboli e la rigidità delle regole imposte. Mi sarei aspettata di vedere una trama dove la vita dentro al silo è dura e fredda, più spietata e velenosa. Avrei voluto vedere più regole e limitazioni, capire un po' di più il discorso dei bonus e le regole che terrorizzano le persone del silo; pensavo che la Pulizia fosse una cosa più temuta e reale, invece avviene ogni 5 o 8 anni... La gente fa a tempo a dimenticarsene.
A volte sembravano delle idee abbozzate e in alcuni punti sembrava che certi personaggi importanti e di spicco si muovessero nel silo come inutili pedine che credono di avere il potere ma invece sono solo dei burloni, senza in realtà creare quella supremazia dittatoriale e terrificante tipica dei distopici.
Bernard (confidavo in lui) non sembrava così cattivo come avrebbe dovuto, non incuteva timore reverenziale, mi sembrava un ciccio spocchioso che minacciava ma facilmente sostituibile.
A parte questo, continuerò di sicuro la lettura, mi ha solleticato la curiosità e voglio capire come andrà a finire e mi chiedo se c'è una speranza in cima al silo...

Voi lo avete letto?
Cosa ne pensate?
Buona lettura!
Rebecca

Letto 62 volte Ultima modifica il Martedì, 27 Giugno 2017 09:01

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.