casa-stregata-int

  DONAZIONE PER GLI  

  AMICI ANIMALI!  

   OGNI CENTESIMO  

  VERRA' DONATO  

  AGLI ANIMALI DI UN ENTE  

  LINKATO QUI SOTTO  

  P.S.: Ogni versamento ricevuto e inviato  

  verrà documentato con un post speciale!  

Grazie per la tua donazione!

:
 EUR

 

 wwf rufa 5x1000 banner sito wwf 225x225 logo 1 300x257logo liebster3 

 

 

 

Martedì, 11 Luglio 2017 08:38

Shift - Trilogia del silo di Hugh Howey

Shift - Trilogia del silodi Hugh Howey622 pagine€ 9-10ISBN:978-8817080668

Libri

Stile: 100% - 1 votes
Contenuti: 100% - 1 votes
Aspettative: 100% - 1 votes

100 out of 100 based on 3 ratings. 3 user reviews.

Shift - Trilogia del silo
di Hugh Howey
622 pagine
€ 9-10
ISBN:978-8817080668

Ciao Lunatici!
Oggi parliamo del secondo volume della famosissima trilogia del silo.
Facciamo un salto nel passato anche se rispetto a noi siamo nel futuro di almeno una trentina di anni, sono state scoperte due grandi invenzioni: una pillola che rallenta il processo dell'invecchiamento e una che fa dimenticare i brutti ricordi, ed è proprio di questa pillola che alcuni si serviranno per rendere reale il progetto del Silo perché i potenti vogliono cambiare le sorti dell'umanità, vogliono fare del "bene" ma senza rendersi conto che ogni scelta presente distruggerà il mondo che conosciamo...

 wool 1382539854

Se ti sei persona la recensione di Wool clicca sulla copertina!

Nonostante il libro parta con la storia di un ragazzo di nome Mission - che ho trovato a tratti noiosa e poco avvincente - devo ammettere che Shift mi è davvero piaciuto moltissimo, anche di più rispetto al primo.
Lo scrittore ci fa fare un salto nel passato, un mix fra "presente" e futuro in cui si comincia a intravvedere l'idea del perché del progetto del silo. L'ho trovato scorrevole e avvincente, e pieno di colpi di scena. Ero assetata di conoscenza, volevo sapere di chi erano le colpe e com'erano suddivise, ma la domanda che ti spinge ad arrivare alla fine è: Perché? Perché tutto questo?
Shift è un libro a mio parere complesso, mostra alcune qualità umane che nel silo avevamo dimenticato, qualità affini ai giorni nostri come i sensi di colpa, agire per un bene più alto, la rabbia e la paura...
Mi ritrovavo a leggere un centinaio di pagine alla volta, mollando il libro con un senso di nervoso, confusione e paura che vivevo insieme ai personaggi. Ho trovato molta più familiarità con i personaggi che c'erano "prima" del silo. Le emozioni sono più reali, profonde e dolorose mentre gli abitanti del silo del futuro, a confronto, sembravano tanti pupazzi che seguivano una linea impostata che va dal basso verso l'alto e viceversa. Alieni rispetto a noi... Ma è anche per questo che mi è piaciuto ed è una particolare distinzione che ci portiamo avanti fino alla fine.
Ma è ancora presto per poter giudicare, sappiate solo che ogni cosa che viene scritta non è mai lasciata al caso. Un personaggio che può sembrare inutile (anche nel primo) ha sicuramente un ruolo importante prima o poi.

A presto!

Rebecca

Letto 165 volte Ultima modifica il Mercoledì, 12 Luglio 2017 14:01

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.