casa-stregata-int

  DONAZIONE PER GLI  

  AMICI ANIMALI!  

   OGNI CENTESIMO  

  VERRA' DONATO  

  AGLI ANIMALI DI UN ENTE  

  LINKATO QUI SOTTO  

  P.S.: Ogni versamento ricevuto e inviato  

  verrà documentato con un post speciale!  

Grazie per la tua donazione!

:
 EUR

 

 wwf rufa 5x1000 banner sito wwf 225x225 logo 1 300x257logo liebster3 

 

 

 

Mercoledì, 03 Gennaio 2018 08:21

Le notti bianche di Fëdor Dostoevskij

Le notti bianchedi Fëdor Dostoevskij€ 7,65105 pagineOscar classici MondadoriISBN: 9788804516040

Libri

Stile: 80% - 1 votes
Contenuti: 41% - 1 votes
Aspettative: 37% - 1 votes

53 out of 100 based on 3 ratings. 3 user reviews.

Le notti bianche
di Fëdor Dostoevskij
€ 7,65
105 pagine
Oscar classici Mondadori
ISBN: 9788804516040

 

Ciao Lunatici!
Oggi sarò impopolare.
Quindi vi chiedo perdono fin dall'inizio...

 Il tema del "sognatore romantico", dell'eroe solitario che trascorre i suoi giorni immerso nella dimensione del sogno, in un paradiso di illusioni, malinconicamente sofferente e lontano dall'incolore e consueta realtà dell'esistenza quotidiana, percorre come un filo d'Arianna questo racconto.

Un sognatore, solitario, idealista (e metodico aggiungerei), passeggia per le vie della sua città.
Assapora i viali, le persone e quasi quasi parla con i palazzi che conosce a memoria.
La sua vita si svolge così metodicamente che, se la sua routine subisce anche la più piccola variazione (tipo gli anziani che ogni giorno sono al solito posto alla solita ora), si intristisce e si incupisce.
Finchè una sera trova una ragazza in lacrime e mentre lui si autoanalizza e si decide se avvicinarsi o meno, lei si allontana e appena attraversa la strada, questa viene aggredita da uno sconosciuto.
Il sognatore si fa coraggio e affronta l'ubriaco aggressore che si allontana barcollante.
Maledicendo e ringraziando l'aggressore, si ritrovano mano nella mano e tra i due comincia un'amicizia che dura la bellezza di 4 notti.
Ad una sola condizione: Il sognatore non dovrà mai e poi mai innamorarsi di lei.
Si raccontano tutto e diventano amici, finchè lei non confessa il suo segreto. CHE NON VI RIVELERO'!

L'ho aperto, l'ho letto, l'ho finito e l'ho riposto in libreria.
A distanza di qualche giorno, ancora mi domando cosa mi ha lasciato questo libro.
E la risposta credo sia: nulla.
Non c'è empatia, non c'è sfondo, ma solo un breve racconto di queste due vite che si incontrano e si scambiano informazioni, prendendosi per mano; a volte lei civetta, lui si fa un sacco di problemi mentali e via così in un circolo infinito.
L'unico debole messaggio è il fatto che grazie a lei il sognatore non vive più una vita grigia e statica, perché un raggio di luce è entrato a sciogliere qualche centimetro di ghiaccio che ricopriva il suo cuore.

Stop.
Nulla di più.
Nulla di trascendentale.
Non ho trovato significati profondi, tanto meno la "poesia" di un momento così particolare ed intimo.
La scrittura è scorrevole e davvero attuale, ma comunque la narrazione l'ho trovata abbastanza fredda e a volte noiosa.

Non me ne vogliate (a chi è piaciuto).

 Fatemi sapere cosa ne pensate o lasciate anche solo un "Ciao, sono passato!"

Buona giornata Lunatici!!

Rebecca

Letto 136 volte Ultima modifica il Mercoledì, 03 Gennaio 2018 09:14

2 commenti

  • Link al commento Rebecca Giovedì, 04 Gennaio 2018 09:38 inviato da Rebecca

    Carissima Flo!
    Innanzitutto, grazie per aver lasciato un commento, fa sempre piacere vedere che qualcuno ti lascia un segno del suo passaggio.
    La prima volta che ho pubblicato questa recensione in un sito di libri famoso mi è arrivata una valanga di insulti perché avevo toccato uno dei "grandi". Personalmente valuto i libri per quello che mi lasciano dentro, per quello che trasmettono e non reputo giusto dover promuovere a pieni voti un libro solo per il nome.
    Al momento faccio come te, lascio la lettura di Dostoevskij a quando me la sentirò ^_^
    E' tutta questione di tempo dicono... speriamo ^_^
    Grazie per aver apprezzato la mia sincerità!
    A presto e ti mando un abbraccio!
    Rebecca

  • Link al commento Florentina Mercoledì, 03 Gennaio 2018 10:43 inviato da Florentina

    Io non ho ancora letto questo libro ma so che Dostoevskij è pesante, probabilmente sarò impopolare anch'io dicendo di aver cominciato a leggere Delitto e Castigo e non essere riuscita a finirlo, l'ho abbandonato da quasi un anno ormai e quando sarò più matura (spero) lo riprenderò :P
    Apprezzo molto la tua sincerità.
    Saluti,
    Flo

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.